FAQ sulla pirateria


1. Che cos'è la "pirateria" del software? Perché è considerata un reato?

2. Che cosa costituisce "uso non autorizzato"?

3. Se si riceve software da copiare sul computer da un amico e si è ora consapevoli di essere colpevoli di pirateria, come è possibile risolvere il problema?

4. Se si acquista una singola licenza di un programma software, è possibile caricarlo su più computer?

5. Chi può essere ritenuto colpevole di pirateria? Quali sono le sanzioni?

6. Come è possibile determinare se il proprio software è autentico/autorizzato?

7. Come è possibile rendere conforme l'uso del software?

8. Numerose aziende si avvalgono di canali di distribuzione di terze parti e rivenditori. Come è possibile determinare se un fornitore è legittimamente autorizzato a vendere il software di un'altra azienda?

9. Quali rischi sono associati all'uso di software piratato?

10. Perché PTC si impegna a combattere la pirateria?

11. Quanto costa la pirateria?

12. Perché è così importante segnalare atti di pirateria?

13. Come si deve agire se si sospetta qualcuno di pirateria?

14. Cosa accade dopo la segnalazione del caso di pirateria? È previsto un ulteriore coinvolgimento?


1. Che cos'è la "pirateria" del software? Perché è considerata un reato?

La pirateria del software è la copia, la distribuzione o l'uso non autorizzato di software protetto da copyright. Può assumere numerose forme, tra cui:

  • Copia non autorizzata di programmi software legittimamente acquistati, talvolta denominata "pirateria dell'utente finale"
  • Acquisizione di accesso illegale a software protetto, denominata anche "cracking"
  • Riproduzione e/o distribuzione di software contraffatto o comunque non autorizzato, in genere tramite Internet

Poiché un responsabile di pirateria del software non dispone di un permesso appropriato ad acquisire o utilizzare il software da parte del relativo proprietario, la pirateria equivale a un furto ed è pertanto un reato.

2. Che cosa costituisce "uso non autorizzato"?

Con l'acquisto di software, si acquista in realtà una licenza d'uso, non il software vero e proprio. La licenza riporta i diritti per l'uso del software. La creazione o l'utilizzo di un numero di copie del software superiore a quello consentito dalla licenza costituisce una violazione del copyright e un "uso non autorizzato".

3. Se si riceve software da copiare sul computer da un amico e si è ora consapevoli di essere colpevoli di pirateria, come è possibile risolvere il problema?

Se si ritiene di essere rimasti inavvertitamente coinvolti in atti di pirateria del software PTC, segnalare comunque le circostanze e ottenere una licenza valida da PTC. In generale, la politica di PTC non è finalizzata a punire atti di pirateria minori o non intenzionali quando l'utente prende le misure appropriate per legalizzare il proprio utilizzo prima che PTC ne venga a conoscenza.

4. Se si acquista una singola licenza di un programma software, è possibile caricarlo su più computer?

No, si tratta di una forma di pirateria detta "soft lifting". Sia che si condivida il software con amici o collaboratori sia che lo si installi su un secondo computer per uso personale, si tratta di una violazione del contratto di licenza ed è pertanto vietato.

5. Chi può essere ritenuto colpevole di pirateria? Quali sono le sanzioni?

Chiunque sia in possesso di software pirata è potenzialmente colpevole di pirateria. Ciò include non solo i responsabili di contraffazione commerciale avanzata, ma anche il singolo utente di un singolo programma pirata. Attualmente, le leggi statunitensi prevedono sanzioni civili fino a 150.000 dollari per la violazione intenzionale del copyright del proprietario del software.

6. Come è possibile determinare se il proprio software è autentico/autorizzato?

Il software è autentico/autorizzato solo se è stato fornito da PTC. Ciò è possibile se si acquista la licenza direttamente da PTC o da un rivenditore autorizzato da PTC. Se si acquista la licenza da un rivenditore PTC, si riceve un messaggio e-mail da PTC con il numero dell'ordine di vendita e il numero del cliente. Se al momento dell'acquisto non si sono ricevuti tali dati, è probabile che il software non sia autentico/autorizzato. Se non si dispone di informazioni relative al numero d'ordine di vendita e al codice cliente, è possibile contattare PTC. Un responsabile commerciale confermerà i dati e lo stato delle licenze.

7. Come è possibile rendere conforme l'uso del software?

Ottenere la conformità è semplice. È sufficiente contattare PTC. Un responsabile commerciale fornirà l'assistenza necessaria per garantire la conformità del proprio software.

8. Numerose aziende si avvalgono di canali di distribuzione di terze parti e rivenditori. Come è possibile determinare se un fornitore è legittimamente autorizzato a vendere il software di un'altra azienda?

Per una descrizione completa della rete di distribuzione autorizzata PTC, è possibile visitare il sito Web del programma per partner di canale PTC. PTC aggiunge costantemente nuovi rivenditori e altri partner di canale. In caso di dubbi in merito alla legittimità di un determinato fornitore, contattare PTC.

9. Quali rischi sono associati all'uso di software piratato?

Il software non autorizzato può contenere malware (virus, adware o spyware), non funzionare correttamente o non funzionare affatto. L'uso di software pirata può essere punito con sanzioni economiche e procedimenti civili o penali. Inoltre può determinare pubblicità negativa che può compromettere la reputazione e causare la perdita di opportunità di business.

10. Perché PTC si impegna a combattere la pirateria?

In definitiva, l'impatto della pirateria sui ritmi di innovazione e sul prezzo del software sul mercato riguarda tutti. La pirateria del software PTC, inoltre, influisce ingiustamente sui clienti onesti di PTC che devono competere con coloro che hanno ottenuto illegalmente accesso ai prodotti PTC.

11. Quanto costa la pirateria?

In base alle stime, nel 2011 la pirateria è costata agli sviluppatori di software oltre 58 miliardi di dollari. Estrapolando questi dati dal contesto degli sviluppatori, le perdite equivalgono a miliardi di entrate fiscali in meno per i governi e perdita di entrate per rivenditori e distributori di software, con conseguente riduzione della creazione di posti di lavoro.

12. Perché è così importante segnalare atti di pirateria?

La perdita di entrate causata dalla pirateria ostacola la capacità delle aziende di migliorare i prodotti e crearne di nuovi. Le informazioni fornite dai singoli individui che segnalano gli atti di pirateria sono vitali per investigare su tali attività illegali e contrastarle.

13. Come si deve agire se si sospetta qualcuno di pirateria?

Se si sospettano atti di pirateria, indipendentemente dal fatto che si tratti di un datore di lavoro, di un sito Web che offre software contraffatto o di altre forme, segnalare i propri sospetti a PTC.

14. Cosa accade dopo la segnalazione del caso di pirateria? È previsto un ulteriore coinvolgimento?

Le informazioni fornite verranno esaminate da PTC. Il risultato finale in un determinato caso può assumere numerose forme, tra cui una lettera di avviso e diffida, la rimozione diretta del materiale illecito (ad esempio nel caso di un sito Web che offre prodotti software contraffatti), procedimenti civili o segnalazione alle forze dell'ordine. A seconda della natura del caso, PTC potrebbe richiedere e ritenere utile una cooperazione continuata per la risoluzione del problema. È possibile segnalare gli atti di pirateria in forma anonima se non si desidera essere coinvolti.