News

PTC lancia Creo 4.0 per una progettazione più intelligente

L'innovatore leader nel campo del CAD 3D annuncia nuove funzionalità per l'IoT, l’additive manufacturing, la realtà aumentata e il “model based definition”

NEEDHAM, Massachusetts, 1 dicembre 2016 –– PTC (NASDAQ: PTC) ha annunciato l'uscita dell'ultima versione del software CAD 3D Creo® 4.0. Creo 4.0 introduce nuove funzionalità per l'Internet of Things (IoT), l’additive manufacturing, la realtà aumentata e il “model based definition” (MBD). Creo 4.0 permette di progettare in modo più intelligente e di aumentare la produttività grazie a innumerevoli miglioramenti riguardanti la modellazione e a nuove funzioni che permettono ai progettisti di creare i prodotti del futuro.

Nell'era dell'IoT e dei sistemi intelligenti connessi, in cui lo sviluppo dei prodotti è in continua evoluzione, Creo 4.0 rappresenta il futuro della progettazione. L'ultima versione del software permette di progettare prodotti intelligenti e connessi, avvalendosi delle nuove tecnologie, come l’additive manufacturing e la realtà aumentata.

"Sono particolarmente entusiasta del lancio di Creo 4.0. Grazie all'impegno di PTC nel rendere possibile il “model based definition”, i miei clienti possono concentrarsi sul modello 3D senza dover generare disegni 2D", ha affermato Scott Carmichael, CEO di NxRev, partner di PTC al servizio di aziende nella Silicon Valley. "La vision e la leadership di PTC per quanto riguarda la realtà aumentata e la "progettazione per l'IoT" hanno un forte impatto sui miei clienti. Chi sviluppa la nuova generazione di prodotti intelligenti connessi vuole potersi avvalere delle tecnologie emergenti in tutte le fasi della progettazione".

Di seguito illustriamo le principali novità di Creo 4.0.

1. Progettazione di prodotti intelligenti connessi

Con Creo 4.0, gli sviluppatori possono sfruttare l'IoT per comprendere meglio l'utilizzo e il comportamento dei prodotti, ottimizzando di conseguenza le decisioni di progettazione. La soluzione permette di introdurre nel processo di progettazione le informazioni provenienti dal mondo reale e di mettere in atto strategie di progettazione finalizzate alla connettività per sviluppare i prodotti sfruttando i dati provenienti dai sensori, ottimizzando il loro posizionamento e personalizzando il tipo di informazioni raccolte.

"PTC sta nuovamente espandendo i confini delle applicazioni CAD 3D, questa volta con funzionalità innovative nell'era dell'Internet of Things", ha dichiarato Chad Jackson, di Lifecycle Insights. "Il collegamento tra il modello 3D di Creo e il modello di sensore di ThingWorx è fondamentale, in quanto consente alle aziende di prototipare in modo virtuale il posizionamento del sensore e simulare i flussi di dati senza dover costruire modelli fisici. PTC sta introducendo nel settore una funzionalità completamente nuova".

2. Produzione additiva

Creo 4.0 elimina le barriere che impediscono una progettazione efficiente dei componenti realizzati con tecniche di produzione additiva. Il software rende possibile la "progettazione per la produzione additiva", consentendo di ideare, ottimizzare, convalidare ed eseguire la verifica della stampabilità in un unico ambiente: Creo. La possibilità di creare strutture reticolari controllate parametricamente permette di ottimizzare i modelli al fine di rispondere a svariati obiettivi o vincoli di progettazione.

3. Realtà aumentata

Creo 4.0 rende possibili esperienze visive di progettazione più coinvolgenti e informative portando il prodotto digitale nel mondo reale. Con Creo 4.0 i progettisti possono riutilizzare in modo fluido i dati CAD per creare facilmente esperienze visive di progettazione coinvolgenti e informative sfruttando la realtà aumentata, con una percezione realistica di dimensioni, scala e contesto.

4. Model Based Definition

Creo 4.0 permette ai progettisti di implementare l'MBD efficacemente e di aumentare l'efficienza nello sviluppo del prodotto riducendo la dipendenza dai disegni 2D. Creo 4.0 riduce gli errori risultanti da informazioni inesatte, incomplete o male interpretate guidando e istruendo i progettisti nella corretta applicazione delle informazioni sul dimensionamento e sulle tolleranze geometriche (GD&T). Creo 4.0 garantisce, inoltre, l'acquisizione GD&T nel modello CAD 3D in maniera completamente semantica, nonché la conformità del modello con gli standard ASME e ISO e l'utilizzo della geometria del modello per consentire un utilizzo a valle efficiente e privo di errori nelle fasi di produzione e ispezione.

"La realizzazione del potenziale dell'IoT non si limita all'ottenimento di maggiori dati sull'utilizzo, bensì mette nelle condizioni di poter utilizzare, affinare e analizzare i dati per progettare in modo più efficace e intelligente", ha dichiarato Brian Thompson, Senior Vice President del segmento CAD di PTC. "Creo 4.0 permette di sostituire le ipotesi con dati reali per migliorare le decisioni di progettazione; tutto questo, unito alla definizione basata su modelli, consente ai progettisti di ottenere una definizione digitale più completa del prodotto. Oltre ad aumentare la produttività, le novità di Creo 4.0 aiutano a sfruttare l'IoT lungo il percorso di progettazione digitale".

Risorse aggiuntive:

Informazioni su PTC (NASDAQ: PTC)

PTC dispone della tecnologia Internet of Things più robusta e avanzata al mondo. Nel 1986 abbiamo rivoluzionato il settore della progettazione 3D e nel 1988 siamo stati i primi a lanciare sul mercato il PLM basato su Internet. Oggi, le nostre piattaforme IoT e AR (Augmented Reality) e le nostre soluzioni collaudate leader di settore collegano il mondo fisico a quello digitale, reinventando il modo di creare, far funzionare e fornire assistenza ai prodotti. Con PTC, i produttori globali, i partner e gli sviluppatori che ruotano intorno a loro saranno in grado di sfruttare al meglio tutto il potenziale dell'IoT e potranno essere veramente pionieri dell'innovazione.