Conformità in relazione ai minerali di conflitto di PTC

Valutazione dei rischi, raccolta dei dati dei fornitori e creazione di report accurati per la SEC

La sezione 1502 della legge Dodd-Frank degli Stati Uniti è una norma epocale che richiede alle aziende manifatturiere di conoscere e divulgare l'eventuale utilizzo di minerali estratti all'interno o nei pressi della regione di guerra della Repubblica democratica del Congo.

Le società quotate sul mercato U.S.A. hanno tempo fino al 31 maggio ogni anno per indicare se è stata rilevata presenza di minerali di conflitto nei propri prodotti. Saranno interessate anche le aziende non regolamentate direttamente dalla SEC, poiché i requisiti di verifica si estendono all'intera supply chain includendo aziende private e internazionali.

Azioni richieste

La sezione 1502 della legge Dodd-Frank degli Stati Uniti richiede alle aziende manifatturiere di identificare e divulgare alla Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti l'origine dei minerali 3TG (stagno, tantalio, tungsteno e oro) utilizzati nei propri prodotti nel caso in cui tali minerali provengano dalla regione di guerra della Repubblica democratica del Congo o dalle aree circostanti.

I cinque requisiti critici del processo di report per i minerali di conflitto sono i seguenti:

  • Determinare l'applicabilità, ovvero se i prodotti e le parti contengono minerali 3TG
  • Eseguire verifiche attendibili del paese di origine (RCOI), ovvero determinare se il paese di origine dei minerali 3TG si trova nella regione della Repubblica democratica del Congo
  • Esercitare la due diligence, ovvero gestire la catena di custodia con due diligence per i minerali 3TG provenienti dalla regione della Repubblica democratica del Congo
  • Determinare lo stato, ovvero valutare lo stato dei minerali di conflitto a livello di fornitore, parte e prodotto
  • Creare report, ovvero soddisfare i requisiti per i report della SEC e dei clienti

Contributo di PTC

PTC offre le soluzioni tecnologiche e la competenza a livello di best practice necessarie per soddisfare tali requisiti, facilitando l'identificazione di eventuali minerali 3TG nella supply chain e la creazione di report su di essi da parte dei produttori.

La soluzione PTC può essere rapidamente configurata e implementata per soddisfare le esigenze di report immediate, consentendo all'organizzazione di:


  • Identificare la presenza di 3TG nelle parti, nei prodotti e nella supply chain
  • Automatizzare la raccolta e la convalida di verifiche attendibili del paese di origine (RCOI, Reasonable Country of Origin Inquiry)
  • Esercitare in modo sistematico la due diligence e determinare se i minerali 3TG provengono dalla Repubblica democratica del Congo
  • Valutare lo stato dei minerali di conflitto in relazione a parti, prodotti e fornitori e creare appositi report
  • Fornire prove della due diligence e un audit trail dettagliato