CAD Software Blog


È arrivato Creo 4.0: siete pronti per una progettazione più intelligente?

Cat McClintock

Paul Sagar, Vice President of Product Management per Creo, ha annunciato lo scorso 15 novembre il lancio di Creo 4.0 durante una presentazione tenuta sia all'evento PTC Forum Europe di Stoccarda, in Germania, sia online, illustrando decine di nuove funzionalità e miglioramenti della nuova release.

 paul sagar

Paul Sagar approfondisce i temi di Creo 4.0 online, in diretta dal PTC Forum di Stoccarda.

Di seguito sono riportati i punti salienti della presentazione e della release Creo 4.0.

Definizione basata su modelli (MBD, Model Based Definition)

Sagar ha aperto la presentazione con una panoramica delle funzionalità di definizione basata su modelli (MBD, Model Based Definition) disponibili nel nuovo software. La definizione basata su modelli offre agli sviluppatori di prodotti un modo efficiente per mantenere le informazioni di produzione e gli altri dati con un modello 3D. Se implementata correttamente, elimina l'esigenza di disegni di progettazione 2D, che possono andare perduti o divenire obsoleti.

Il problema, tuttavia, risiede nel fatto che i team possono incontrare difficoltà ad adottare standard MBD poco chiari e può essere difficile tenere il passo con i principi più recenti.
Creo 4.0 consente ai team, anche se non costituiti da esperti con formazione specifica, di rispettare più facilmente gli standard MBD. Il software assiste gli utenti nel workflow di quotatura e tolleranze geometriche (GD&T), un importante componente della definizione basata su modelli, e ne convalida il completamento corretto.

 

 In Creo 4.0, gli utenti possono creare con sicurezza definizioni digitali con annotazioni complete del prodotto.

Prima di passare un modello a valle, i progettisti con Creo 4.0 possono essere certi della precisione e della conformità dell'implementazione MBD.

Miglioramenti a livello di produttività

Nonostante ogni release di Creo contenga miglioramenti per una modellazione CAD più rapida ed efficiente, Sagar e altri addetti colleghi da lungo tempo in PTC affermano che questa release presenti il migliore e più completo insieme di miglioramenti che abbiano mai sperimentato.

Sono ad esempio disponibili nuove opzioni di visualizzazione a schermo intero e nuove barre degli strumenti accessibili con il pulsante destro del mouse. Nella sua presentazione, Sagar ha dichiarato che "Creo 4.0 introduce un cambiamento significativo nella facilità di utilizzo di Creo", rilevando che tutti i beta tester hanno apprezzato la nuova e più intuitiva versione del software.

 

Grazie a una nuova minibarra degli strumenti intelligente ora disponibile, i progettisti non sono più costretti a utilizzare l'albero modello o la barra multifunzione. Poiché tutte le operazioni possono essere eseguite dall'area grafica, Creo 4.0 include infatti un'opzione che consente di nascondere tutti gli elementi tranne tale area. 

 

Gli utenti non devono più creare un numero considerevole di parti duplicate durante la specchiatura degli assiemi. Creo è in grado di eseguire la specchiatura intelligente delle parti e riposizionare automaticamente le parti simmetriche, eliminando in tal modo la duplicazione superflua di parti.

Dalla presentazione di Sagar: Strumenti come Ricerca Geometria, introdotta in Creo 4.0, consentono agli utenti di eseguire ricerche su feature, ad esempio arrotondamenti, e salvarle per il successivo utilizzo. 

[N.d.R. Questo è solo un breve riepilogo dei miglioramenti di Creo 4.0. Nei prossimi mesi questo blog se ne occuperà diffusamente.]

Visualizzazione virtuale di progetto

Creo 4.0 introduce inoltre progressi per una migliore visualizzazione virtuale di progetto, offrendo a ingegneri e progettisti nuovi e più efficienti metodi per generare rendering fotorealistici di alta qualità, che immagini non lasceranno alcun dubbio sull'aspetto del progetto nel mondo reale.

Oltre a miglioramenti delle funzionalità di base, il software include Advanced Rendering Extension, un'estensione basata sulle funzionalità di KeyShot, partner PTC e leader di settore.

 

Con Creo 4.0, ha dichiarato Sagar, anche i progettisti possono utilizzare rapidamente il rendering con altri strumenti CAD 3D per creare immagini di maggiore impatto per le revisioni di progetto.

Le immagini in rendering, inoltre, potranno essere condivise con partner e clienti senza includere tutta la preziosa proprietà intellettuale utilizzata per crearle.

Infine, le funzionalità di realtà aumentata di Creo 4.0 consentiranno agli utenti di visualizzare i modelli nel mondo reale, ottenendo una percezione più realistica di dimensioni, scala e contesto.

 

Grazie all'integrazione con Vuforia, gli utenti potranno creare esperienze di realtà aumentata personalizzate con Creo 4.0.

Progettazione di prodotti intelligenti e connessi

Oggi tutti desiderano sfruttare l'Internet of Things (IoT). Questa tecnologia, infatti, supporta progettazioni molto più intelligenti, grazie alla possibilità per gli sviluppatori di prodotti di utilizzare i sensori e la tecnologia di comunicazione incorporati nel prodotto per raccogliere dati e aggiornare le funzionalità, nonché di valutare le prestazioni e utilizzare i risultati per creare progetti migliori nelle successive versioni.

Sagar ha annunciato Creo Product Insight, che sarà disponibile da PTC nell'estate del 2017. "Sarà possibile collocare sensori, ottimizzarne il numero e la posizione e assicurarsi di riceverne i flussi dati corretti" ha dichiarato.

Le funzionalità incluse in Creo 4.0 consentiranno agli utenti di realizzare con successo progetti con connessione Internet, indipendentemente dal prodotto di cui si occupano. Potranno essere sfruttate per ottimizzare l'utilizzo e la posizione dei sensori, sostituire le supposizioni con dati reali e ridurre il numero di prototipi fisici.

Creo 4.0 chiarirà ogni eventuale dubbio in merito alla possibile relazione tra Internet of Things e software CAD 3D.

Progettazione di strutture complesse per la produzione additiva (Additive Manufacturing)

In Creo 3.0, PTC ha iniziato ad aggiungere strumenti per consentire agli utenti di progettare in modo più efficiente modelli per la produzione additiva; con questa nuova release è, infatti, possibile ottimizzare i progetti specificamente per la stampa 3D.

Sagar ha mostrato che è ora possibile creare modelli più leggeri adottando strutture di reticoli laddove in passato sarebbe stato necessario utilizzare un solido. Questi complessi modelli a nido d'ape, la cui produzione era spesso in passato troppo difficile, richiedono un impegno aggiuntivo minimo per una stampante 3D.

Creo 4.0 semplifica l'aggiunta e la modifica di reticoli nel progetto. Le funzionalità di simulazione di Creo consentono inoltre agli utenti di regolare le strutture per ottenere la massima resistenza possibile mantenendo al tempo stesso un peso ridotto.

 

 

Creo 4.0 supporta la creazione di strutture complesse come questa serie variabile di reticoli.

 

Con Creo 4.0 è infatti possibile verificare che i reticoli stampati in 3D rispettino gli obiettivi di costo, peso, frequenza, deflessione e altro tipo prima di fare clic su Stampa.

Download a partire dal 15 dicembre 2016

Creo 4.0 sarà disponibile per il download il 15 dicembre 2016. "Quest'anno il Natale sarà anticipato" ha pubblicato su Twitter un partecipante alla presentazione al PTC Forum.
Per essere certi di non perdere questa data e altre notizie su Creo 4.0 da parte di PTC, visitate oggi stesso la pagina di Creo 4.0 ed effettuate la registrazione per ricevere notifiche su questa nuova interessante release.

 










Lascia un commento

Condividi la tua opinione